copertina di Il monachesimo basiliano nella Sicilia medievale Mario Scaduto

Il monachesimo basiliano nella Sicilia medievale

Rinascita e decadenza: secoli XI-XIV

Collana Storia e Letteratura, 18

uscita 1982
pagine lxviii-512
ISBN 9788884987990

prezzo di copertina € 60,94
prezzo scontato on-line € 51,80
tag Mario Scaduto, Storia degli ordini religiosi

Vedi indice

indice html: INDICE Introduzione: Il monachismo prenormanno ...VII Forai inedite utilizzate ...xxxm Elenco delle opere citate ...XXXVH Elencodelle abbreviazioni ...lv Capitolo I. — LA CONQUISTA NORMANNA E LE CONDIZIONI POLITICHE...3 Il sinodo di Melfi del 1059 e il nuovo atteggiamento del papato verso i normanni; conseguenzepolitiche e religiose, p. 3. — L'espansione normanna verso il sud; lotta contro i bizantini dellaPuglia e della Calabria (1060-1071); spedizionecontro i mussulmani di Sicilia (1060-1072); espugnazione di Palermo (1072), p. 10. — Campagnadi Roberto Guiscardo contro i malcontenti del-l'Italia meridionale e sua spedizione contro i bizantini in Oriente. Morte del Guiscardo (1085),p. 12. — Ruggero I e la conquista della Sicilia,p. 14. — L'atteggiamento dei normanni verso igreci della Calabria e la politica di Ruggero verso i greci di Sicilia, p. 14. Capitolo IL — IL RITO GRECO E LA POLITICA RELIGIOSA DEI NORMANNI...19 Ruggero I secondo la storiografia recente, p. 19.— Ruggero e Urbano II; l'appoggio del normanno per il problema d'Oriente, p. 21. — La SantaSede e le chiese dell'Italia meridionale; vicendedelle diocesi dopo il sec. VIII, p. 25. — Il ritornodella giurisdizione romana nel sud ad opera deinormanni. Come fu attuata in Calabria e Terrad'Otranto, p. 33. — Le diocesi di Sicilia: l'opera LVIII INDICE di Ruggero e l'appoggio di Urbano II, p. 47. —Carattere essenzialmente latino della gerarchia ecclesiastica; favori accordati alla minoranza grecae risveglio della cultura ellenistica sotto i Normanni, p.62. Capitolo IH. - LE FONDAZIONI NORMANNE. Rapido sviluppo e decadenza del monachismo greco di Sicilia. Causa della decadenza: la latinizzazione dell'isola; fattore principale del suo sviluppo iniziale: ragioni di politica interna, p. 69. —Censimento delle fondazioni basiliane di Sicilia,p. 70. — Le fondazioni del tempo di Ruggero I;a) nella Valle Demenna: Brolo, Mili, Placa, Itala, p. 80. — I monasteri di Troina, p. 86. — S.IN leandro di S. Nicone, S. Nicolò de Ficu, S. Fi-lippo di S. Lucia, S. Pancrazio, S. Maria di Ambuto, S. Filippo il Grande, S. Maria di Mandanicì p. 92. — Altri cenobi minori, p. 97. — S.Filippo di Demenna e le sue grange, 102. — S.Salvatore di Bordonaro o del Prete Scholarios,p. 116. — b) Nella Valle di Mazara: Vicari, Campo«rro«o. S. Maria de Jummariis, Triocala, p. 122. — I monasteri di Palermo: S. Maria della Grotta, S. Giorgio in Kemonia, S. Andrea di Bebene,S. Maria de Ligno. p. 126. — Fondazioni del tempo di Ruggero II: S. Maria di Gala, S. Elia diScala Olivieri, S. Nicola di Pellera, S. Giovannidi Murgo, SS. Pietro e Paolo d'Agro, S. Nicolòdi Gurguro, S. Giorgio di Agrigento, S. Cosma diGonata, p. 143. — I monasteri del tempo di Guglielmo II: S. Maria di Bordonaro e S. Anna diMessina, p. 152. — Monasteri per donne, p. 156. — Altri cenobi di fondazione normanna, p.162. Capitolo IV. — L'ARCHIMANDRITATO DI MES-SINA... S. Bartolomeo di Simeri e le origini dell'archi-mandria messinese, p. 162. — L'archimandrita Luca e le origini rossanesi del SS. Salvatore di Mes INDICE sina, p. 173. — Ruggero II e la costituzione giuridica della nuova federazione monastica in Sici-lia; i diplomi del 1131 e 1133, p. 180. — Originebizantina della confederazione messinese, p.187. — Privilegi e donazioni in favore del SS. Salvatore; il Typicon deH'archimandria e le sue fonti,p. 192. — Contenuto della regola archimandrita -le, p. 198. — L'attività culturale, p. 212. Capitolo V. — IL MONASTERO SOTTO GLI ULTI-MI NORMANNI E GLI SVEVI ... Morte di Luca I e di Ruggero II; situazione delgrecismo sotto Guglielmo I; gli archimandriti Luca II, Onofrio I, Niceforo, 215. — Onofrio II, Ninfo, Leonzio e Luca III, 220. — Condizioni economiche dell'archimandria, 224. — Inizio di ostilitàcontro i basiliani, p. 226. — Atteggiamento benevolo di Innocenzo III e Federico II, p. 227. — Crescente opposizione contro il clero greco e suoi riflessi nella vita del monachismo greco di Sicilia,p. 233. — L'archimandrita Ninfo e l'arcivescovodi Messina Berardo: lotte giurisdizionali con lacuria messinese e intervento di Onorio III, p. 235. — Atteggiamento dei basiliani, p. 239. — I successori di Ninfo sino alla venuta di Carlo d'Angiò,p. 241. Capitolo VI. — STATO ECONOMICO E GIURIDICODEI MONASTERI BASILIANI DELLA SICILIA La proprietà dei monasteri basiliani di Sicilia ècostituita da beni demaniali e allodiali. Regimedei beni demaniali e carattere della feudalità diSicilia, p. 245. — Beni del demanio concessi aimonaci e obblighi conseguenti, p. 249. — Beniallodiali provenienti da donazioni, beni degli stessi monaci e acquisti a titolo oneroso, p. 252. —Inalienabilità della proprietà monastica,p.257. — Lo sfruttamento della terra: cultura diretta,colonato, enfiteusi, p. 260. — Immunità monasti- LX INDICE ca ed esenzione dalla giurisdizione del potere ci-vile, p. 265. — Conseguenze di tale esenzione,p. 273. — Esenzione dalla giurisdizione diocesana, p. 279. Capitolo VII. —DECADENZADEI BASILIANISOTTO GLI ANGIOINI E GLI ARAGONESI . Decadenza del monachismo accentuata dopo laconquista angioina; sue cause, p. 287. — Rarefazione dell'elemento greco e rilassamento disciplinare, p. 292. — Effetti distruttivi della guerra traangioini ed aragonesi, p. 295. — Esorbitanze delfisco e prepotenze dei signori contro la proprietàmonastica, p. 302. — Stato dei monasteri nei pri-mi decenni del sec. XIV, p. 300. — Stato del ritogreco in Sicilia circa lo stesso periodo, p. 308. Capitolo VILI. — TENTATIVI DI RIFORMA . In Sicilia dopo due secoli il processo di latinizzazione è completo: il rito greco si estingue senzacoazioni esterne, p. 321. — Situazione del greciano in Calabria e tentativi di soppressione del rito, p. 322. — Atteggiamento del Papato verso ilrito greco e i monasteri greci, p. 325. — Decadenza culturale dei cenobi: Eugenio I e la scuola digreco a Messina; l'insegnamento di Filippo Ruffo, 329. — L'opera del card. Bessarione per la rinascita monastica; l'appoggio di Callisto III ePio II, p. 335. — La scuola di Costantino Lascaris, 345. — Bessarione e il Capitolo Generale basiliano del 1466, p. 348.Indice dei nomi, delle personee dei luoghi
Sku
9788884987990
Descrizione
Il monachesimo basiliano nella Sicilia medievale
Opzioni Articolo
#OpzioniPrezzoTasse di VenditaScaricaGrandezza file
1libro€ 60,94
Spedizione
Spese di spedizione: A
Ordina (prezzo da scontare del 15%): Il monachesimo basiliano nella Sicilia medievale libro € 60,94
Ordina (prezzo da scontare del 15%): Il monachesimo basiliano nella Sicilia medievale libro € 60,94