Benvenuto alle Edizioni di Storia e Letteratura

Registrati qui per essere aggiornato sulle novità o per acquistare dal nostro catalogo

Apprezzeremo anche i tuoi commenti

Accedi
Dimenticata la password?
Per il primo accesso iscriviti qui

Edizioni Gobettiane

0
copertina di Passatismi

Passatismi

Ubaldo Riva

La guerra, la montagna, gli affetti familiari e una profonda religiosità sono i temi di una poesia da cui emana un’amarezza spesso schermata dal sorriso e dall’ironia. L’autore, Ubaldo Riva (1888-1963), avvocato a Bergamo, appassionato di musica, era stato volontario tra gli Alpini e fu ferito e decorato nella Prima guerra mondiale. Nell’aprile 1924...
Leggi »

0
copertina di Il pensiero di Carlo Cattaneo

Il pensiero di Carlo Cattaneo

Bruno Brunello

Le più belle pagine di Carlo Cattaneo, edite da Treves e curate e introdotte da Gaetano Salvemini, avevano nel 1922 acceso l’interesse di Gobetti per il patriota e pensatore milanese. Tre anni dopo gli avrebbe dedicato un articolo su «La Rivoluzione Liberale», ma soprattutto avrebbe deciso di accogliere nelle sue edizioni la tesi di...
Leggi »

0
copertina di Il teatro tedesco del Novecento

Il teatro tedesco del Novecento

Leonello Vincenti

Nel luglio 1925 Leonello Vincenti (1891-1963), germanista nella cerchia degli intellettuali torinesi, cura il numero 11 del «Baretti» dedicandolo al teatro tedesco dietro proposta e impulso di Piero Gobetti. Di fatto, il lungo saggio diviene il primo studio monografi co italiano sull’espressionismo, movimento «segno dei tempi» di cui pure Vincenti non era esperto, e...
Leggi »

0
copertina di La rivoluzione in atto 1919-1924

La rivoluzione in atto 1919-1924

Ermanno Bartellini

Collaboratore de «l’Avanti!» e di «Rivoluzione liberale», detenuto nelle carceri di Trieste, Fiume e Milano, Ermanno Bartellini firmò La rivoluzione in atto 1919-1924 nel clima generatosi dall’omicidio Matteotti. Il saggio, dedicato alle origini e alle componenti del fascismo, non era privo di un’analisi delle colpe di quel Partito Socialista al quale si era iscritto...
Leggi »

0
copertina di In Brasile

In Brasile

Luciano Magrini

Giornalista antifascista, esule dal «Secolo» dopo l’adesione del giornale al regime, dal 1923 Luciano Magrini intraprese viaggi d’inchiesta per «Il Corriere della Sera». Già autore di Germania d’oggi, Marocco, Attraverso il Giappone e La Cina d’oggi, tra il settembre e il novembre 1924 fu in Brasile sulle tracce dei tanti espatriati italiani impiegati soprattutto...
Leggi »

0
copertina di Lo spaccio del bestione trionfante

Lo spaccio del bestione trionfante

Adriano Tilgher

Una «stroncatura tecnica» definitiva dell’attualismo di Giovanni Gentile è Lo spaccio del bestione trionfante di Adriano Tilgher. Non solo «morsi, punzecchiature, colpi d’ago e di spillo», come scriveva «La Rivoluzione liberale» del 14 giugno 1925, ma una requisitoria contro il capofila degli intellettuali fascisti, che aveva teorizzato la moralità della violenza squadrista e, come...
Leggi »

1
copertina di Vilfredo Pareto

Vilfredo Pareto

Alberto Cappa

Un Pareto pensatore antidemocratico e antisocialista, e mai, però, teorico o sostenitore a tutto tondo del fascismo, è quello che Alberto Cappa descrisse nel 1924, a un anno dalla morte dello studioso. Il giovane giornalista apprezzava di Pareto soprattutto «lo studio della psicologia umana e delle sue relazioni con i fatti sociali» e il...
Leggi »

0
copertina di Il fascismo

Il fascismo

Carlo Avarna Di Gualtieri

Usare l’illegalità per ripristinare la legalità e la violenza per richiamare all’ordine: nel saggio Il fascismo il duca Carlo Avarna di Gualtieri, discendente da una nobile famiglia monarchica siciliana, mostrava tutte le contraddizioni del regime pur riconoscendo al movimento iniziale una comprensibile aspirazione a restaurare l’autorità dello Stato. Nel maggio 1925, tuttavia, Avarna invocava...
Leggi »

0
copertina di Rivolta cattolica

Rivolta cattolica

Igino Giordani

Manifesto, secondo «La Rivoluzione liberale», del «nuovo pensiero cristiano-democratico», Rivolta cattolica mescola testimonianza personale, analisi storica, rifl essione politica e proposta ideale. Dopo gli orrori della guerra, la Chiesa di Roma resta per Igino Giordani l’unica autorevole voce in grado di ergersi a difesa dell’umanità dell’uomo, ma proprio per questo, rifi utando di farsi...
Leggi »

0
copertina di L’idiota

L’idiota

Cesare Lodovici

«Toscano, allegro, osservatore, nato per piccola brigata di motteggiatori e di dialettici beffardi. (…) Il suo errore è di voler idealizzare quei misteri di anime che egli sa invece perfettamente descrivere nei loro ironici contrasti»: così Piero Gobetti ritraeva Cesare Lodovici, che riteneva destinato a un posto di primo piano nell’ambito della drammaturgia italiana....
Leggi »



Edizioni di Storia e Letteratura

via delle Fornaci, 38
00165 Roma
tel. 06.39.67.03.07
fax 06.39.67.12.50

Sito ottimizzato per:

Google Chrome 25.0
Mozilla Firefox 19.0.2
Opera 11.61
Safari 5.1.7
(e versioni superiori)