Benvenuto alle Edizioni di Storia e Letteratura

Registrati qui per essere aggiornato sulle novità o per acquistare dal nostro catalogo

Apprezzeremo anche i tuoi commenti

Accedi
Dimenticata la password?
Per il primo accesso iscriviti qui

Edizioni Gobettiane

0
copertina di Vilfredo Pareto

Vilfredo Pareto

Alberto Cappa

Un Pareto pensatore antidemocratico e antisocialista, e mai, però, teorico o sostenitore a tutto tondo del fascismo, è quello che Alberto Cappa descrisse nel 1924, a un anno dalla morte dello studioso. Il giovane giornalista apprezzava di Pareto soprattutto «lo studio della psicologia umana e delle sue relazioni con i fatti sociali» e il...
Leggi »

0
copertina di Il fascismo

Il fascismo

Carlo Avarna Di Gualtieri

Usare l’illegalità per ripristinare la legalità e la violenza per richiamare all’ordine: nel saggio Il fascismo il duca Carlo Avarna di Gualtieri, discendente da una nobile famiglia monarchica siciliana, mostrava tutte le contraddizioni del regime pur riconoscendo al movimento iniziale una comprensibile aspirazione a restaurare l’autorità dello Stato. Nel maggio 1925, tuttavia, Avarna invocava...
Leggi »

0
copertina di Rivolta cattolica

Rivolta cattolica

Igino Giordani

Manifesto, secondo «La Rivoluzione liberale», del «nuovo pensiero cristiano-democratico», Rivolta cattolica mescola testimonianza personale, analisi storica, rifl essione politica e proposta ideale. Dopo gli orrori della guerra, la Chiesa di Roma resta per Igino Giordani l’unica autorevole voce in grado di ergersi a difesa dell’umanità dell’uomo, ma proprio per questo, rifi utando di farsi...
Leggi »

0
copertina di L’idiota

L’idiota

Cesare Lodovici

«Toscano, allegro, osservatore, nato per piccola brigata di motteggiatori e di dialettici beffardi. (…) Il suo errore è di voler idealizzare quei misteri di anime che egli sa invece perfettamente descrivere nei loro ironici contrasti»: così Piero Gobetti ritraeva Cesare Lodovici, che riteneva destinato a un posto di primo piano nell’ambito della drammaturgia italiana....
Leggi »

0
copertina di Una battaglia liberale

Una battaglia liberale

Giovanni Amendola

Quando nell’aprile 1924 uscì Una battaglia liberale, antologia di discorsi parlamentari di Giovanni Amendola, su «La Rivoluzione Liberale» si parlò di una delle «più importanti novità politiche». La recensione segnava il riavvicinamento tra Gobetti e Amendola, distanti per diversità di vedute sulla scelta dell’«Aventino» dopo il delitto Matteotti. A novant’anni dalla morte dei due...
Leggi »

1
copertina di Dal Patto di Londra alla pace di Roma

Dal Patto di Londra alla pace di Roma

Gaetano Salvemini

Convinto sostenitore dell’interventismo democratico, Salvemini interpretò il primo conflitto mondiale come contrapposizione delle potenze liberali al tentativo egemonico degli autocratici Imperi centrali. Promosse quindi l’idea di una pace ‘giusta’, basata sul principio dell’autodeterminazione e della nazionalità, che avrebbe finalmente portato i vari Stati alla democrazia partecipativa. Fermo oppositore del patto di Londra, in questo...
Leggi »

0
copertina di Scuola classica e vita moderna

Scuola classica e vita moderna

Augusto Monti

«Un mio capolavoro ostinatamente inedito»: con queste parole Augusto Monti presentava a Piero Gobetti, con il quale aveva già collaborato per «Rivoluzione liberale», il suo lavoro Scuola classica e vita moderna, saggio pedagogico scritto tra il 1919 e il 1921. Convinto della necessità di riformare la scuola e forte di un’esperienza ventennale di insegnante...
Leggi »

0
copertina di Paradosso dello spirito russo

Paradosso dello spirito russo

Piero Gobetti

Sin da subito interessato agli avvenimenti della rivoluzione bolscevica, nel 1919 Gobetti ne aveva enunciato il «paradosso»: l’opera di Lenin e Trockij, al di là delle ideologie, era da considerare come «la negazione del socialismo» e dunque un’affermazione di liberalismo sostanziale, in quanto promotrice di un processo di liberazione dal basso, ancorché con mezzi...
Leggi »

0
copertina di Gerarchie sindacali

Gerarchie sindacali

Ubaldo Formentini

Gerarchie sindacali, ristampa in opuscolo di un articolo comparso il 25 gennaio 1923 su «La Rivoluzione Liberale», venne annunciato come la «prima storia del fascismo». Il breve scritto di Ubaldo Formentini – che a settembre 1922 aveva pubblicato Collaborazionismo nelle edizioni di Gobetti – oscilla in realtà tra aperture di credito nei confronti del...
Leggi »

0
copertina di Adua

Adua

Cesare Guglielmo Pini

Cesare Guglielmo Pini, soldato esuberante e un po’ guascone, prigioniero ad Adua, mezzo garibaldino e mezzo colonialista, e Gobetti l’intellettuale liberale torinese. L’accostamento proposto da questo volume è quanto meno spiazzante. Eppure, Adua presenta tratti ‘politici’ controcorrente: dall’inconsueto riconoscimento del valore guerriero degli africani all’accusa esplicita, senza attenuanti, ai comandanti e più in generale...
Leggi »



Edizioni di Storia e Letteratura

via delle Fornaci, 38
00165 Roma
tel. 06.39.67.03.07
fax 06.39.67.12.50

Sito ottimizzato per:

Google Chrome 25.0
Mozilla Firefox 19.0.2
Opera 11.61
Safari 5.1.7
(e versioni superiori)