Benvenuto alle Edizioni di Storia e Letteratura

Registrati qui per essere aggiornato sulle novità o per acquistare dal nostro catalogo

Apprezzeremo anche i tuoi commenti

Accedi
Dimenticata la password?
Per il primo accesso iscriviti qui

Casa Editrice

Presentazione.
Le Edizioni di Storia e Letteratura, dopo oltre settant’anni di attività, continuano a rappresentare un marchio di riferimento nell’editoria di cultura italiana e internazionale. Il catalogo si impernia sulle scienze umanistiche, spaziando dalla filologia, classica e umanistica, alla storia medievale, moderna e contemporanea; dalle scienze documentarie alla filosofia; dalla storia religiosa alle letterature europee. Significativa è l’attenzione ad ambiti specifici quali l’epistolografia, la storia economica, la memorialistica, la storia di Roma, la storia del teatro. Un catalogo variegato ma reso compatto dall’attenzione e la cura rivolte alle fonti e alle testimonianze, con uno spirito filologico teso al rigoroso accertamento dei fatti senza preclusioni ideologiche o di altro genere. In quest’ottica la barchetta – il simbolo della casa editrice – naviga tenendo fissa la prua sulla rotta di ricerche storiche e letterarie condotte secondo il rigore d’un tempo.
Oltre che in virtù della collaborazione con prestigiose istituzioni culturali, la programmazione editoriale beneficia dell’apporto di opere a firma di affermati studiosi, nonché di lavori di giovani ricercatori, così come avveniva fin dai primi anni d’attività. La fiducia nella qualità della propria produzione porta la Casa Editrice a mantenere vivo il catalogo ben oltre i termini usuali nello scenario editoriale odierno.
Pur in tempi e condizioni diverse, le Edizioni di Storia e Letteratura si adoperano per restare fedeli ad una tradizione esemplificata nei nomi degli autori presenti nella collana maggiore: Jean Bayet, Ludwig Bertalot, Giuseppe Billanovich, Augusto Campana, Gaetano De Sanctis, Carlo Dionisotti, Ivan Dujcev, Paul Oskar Kristeller, Werner Jaeger, Jean Leclercq, Friedrich Leo, Anneliese Maier, Scevola Mariotti, Angelo Mercati, Christine Mohrmann, Arnaldo Momigliano, Berthold Louis Ullman, Alberto Vaccari, per dire solo di alcuni. Altrettanto ricche sono le altre collane di ampio respiro («Biblioteca di Storia Sociale», «Epistolari, Carteggi e Testimonianze», «Letture di Pensiero e d’Arte», «Politica e Storia», «Sussidi eruditi», «Temi e testi», «Uomini e Dottrine»), nonché i progetti indirizzati ad uno specifico argomento, fra i quali segnaliamo la «Biblioteca del XVIII secolo», riservata agli studi storici e letterari dell’età illuministica; le «Carte Palazzeschi»; la riproposizione della celebre serie dei «Papiri Greci e Latini»; la collana di filologia greca «Pleiadi»; i «Quaderni di Cultura Francese»; gli «Studi e Testi del Rinascimento Europeo»; e diversi altri.
Un nucleo di rilievo è costituito dalle Edizioni Nazionali, dato che la Casa Editrice ha accolto sotto il proprio marchio le opere di Italo Svevo, di Pietro Verri e di Giambattista Vico. A completare il quadro concorre l’Edizione Nazionale dei Testi Umanistici. Particolare interesse solleva la collana «Edizioni Gobettiane», ambiziosa iniziativa che ha l’obiettivo di riproporre l’intera produzione editoriale di Piero Gobetti. Facendo tesoro della tradizione e pensando ad un pubblico più ampio, è stata da ultima lanciata «Civitas», raccolta di testi brevi e pregnanti corredati da nuove introduzioni.

Storia.
Fondate da don Giuseppe De Luca, le Edizioni di Storia e Letteratura diedero alle stampe il loro primo volume nel 1943, in un periodo tragico della storia italiana, durante il quale era anche giunta a maturazione l’esigenza di un profondo rinnovamento negli studi storici e letterari. Una corretta valutazione del patrimonio sia di ambito civile sia di ambito religioso, italiano e no, non poteva prescindere da una più attenta ricognizione di tutte le testimonianze e da un più rigoroso accertamento dei fatti. Perciò De Luca favorì coraggiosamente i lavori di erudizione e di filologia e chiese ardentemente la collaborazione di quanti sentiva più vicini e, mentre sosteneva giovani studiosi (nessun altro editore avrebbe pubblicato allora un libro, che si rivelerà ancora fondamentale dopo oltre mezzo secolo, come Lo scrittoio del Petrarca del giovane Giuseppe Billanovich), anche riproponeva, riunite in appositi volumi, le ricerche sparse ma non effimere di autentici maestri.



Edizioni di Storia e Letteratura

via delle Fornaci, 38
00165 Roma
tel. 06.39.67.03.07
fax 06.39.67.12.50

Sito ottimizzato per:

Google Chrome 25.0
Mozilla Firefox 19.0.2
Opera 11.61
Safari 5.1.7
(e versioni superiori)